I’m Myself, thanks

myself.png

Sì, io sono me stesso.
E se sono quello che sono, lo devo alla mia gente,
con la quale vivo, respiro, rido e piango.
Grazie a loro io sono quello che sono.

La stesso discorso si applica al pc.

Se so quello che so, lo devo in massima parte alla mia Comunità di Ubunteri,
che mi hanno accolto, mi hanno seguito passo passo,
e mi hanno aiutato a rialzarmi quando sbagliavo,
a non scoraggiarmi se non c’era un’azienda dietro di me
che faceva tutto per me, ma proprio tutto,
anche decisioni che avrei dovuto prendere io.

Oggi questa Comunità mi ha restituito il mio computer.
Sì, il mio computer, prima, apparteneva ad Altri.

Oggi, con Ubuntu, il mio pc è davvero mio.

***

Grazie, Felipe, per la bella iniziativa.

Foto:Creative Commons License

Autore: Aldo Latino

Aldo Latino usa con entusiasmo Linux nella distribuzione Ubuntu, è un appassionato di WordPress e si diletta a fare il blogger. Ha anche una lista dei desideri. Per altre informazioni visita la sua .

3 pensieri riguardo “I’m Myself, thanks”

  1. Visto che non c’è nessun commento, sono fiero di scrivere il primo…
    Commentare significa esporre un parere a riguardo di una cosa, fare partecipi gli altri di come una persona la pensa.Ebbene devo dire che mi sento commosso di fronte a queste parole, e voglio augurarmi che oltre a me, a te, a tutta la comunità, ogni altro “human being” prima o poi le sentirà come “sue”.
    Poetico.. Hats off on Linux..

  2. ^^ ho visto da tempo la campagna e ho già preparato l’immagine (non con il logo ubuntu ma con una foto mio). Appena ho tempo posto e linko.
    Buonsempre.
    Luca Dod3.

I commenti sono chiusi