Back|Track Italia Conference e CAT 2009 ad Orvieto

Back|Track logo

Si è conclusa ad Orvieto con successo la Back|Track Italia Conference e la relativa “Cracca al Tesoro” 2009, dove si sono confrontati sul piano teorico e pratico alcuni degli hacker del nostro patrio suolo. Una delle menti fervide di questo evento e del Consiglio di Back|Track Italia è Emanuele Gentili, hacker professionista, sviluppatore del progetto in questione, security developer di Ubuntu, membro del Security Team di Joomla, ideatore di Jesys e CEO della società Gerix IT.

Dell’evento trovate nel suo blog del materiale, come slide di presentazione e video, dei quali condivido qui il servizio andato in onda su RaiNews24 dove, con mia bella sorpresa, finalmente in un pezzo giornalistico si fa una chiara distinzione tra due realtà contrapposte: quella dell’etico mondo dell’hacking (e cosa sia in pratica l’Hacker) e quella criminale dei cracker:

Per quanto riguarda i dettagli su cosa sia Back|Track vi rimando al sito ufficiale: vi anticipo comunque che è una distribuzione GNU/Linux, basata oggi su Debian, orientata al mondo dell’IT Security. Questa distro giunge alla sua quarta release (adesso in fase di “pre-final”) detta “PWNSAUCE” ed è liberamente scaricabile.

Autore: Aldo Latino

Aldo Latino usa con entusiasmo Linux nella distribuzione Ubuntu, è un appassionato di WordPress e si diletta a fare il blogger. Ha anche una lista dei desideri. Per altre informazioni visita la sua .

Un pensiero riguardo “Back|Track Italia Conference e CAT 2009 ad Orvieto”

  1. è una distribuzione GNU/Linux, basata oggi su Debian

    :shock: Da una parte mi dispiace che Slax perda una così importante distro derivata, ma dall’altro, essendo ubuntista, non posso che essere felice di sapere che qualcuno là fuori manterrà un repo (per essere pignoli, si basa su una Ubuntu Intrepid) con tutti gli strumenti di Backtrack comodamente installabili :)

I commenti sono chiusi