Convertire immagini CMYK di Photoshop in png RGB

Come, grazie ad ImageMagick, sono riuscito a convertire un’immagine di Photoshop in CMYK a una png in RGB.

Oggi dovevo consegnare a un mio carissimo amico prete un’immagine su cui avevo lavorato parecchi anni fa, quando ancora facevo il grafico impaginatore in tipografia. L’immagine è in quadricromia (CMYK) e in formato .psd, quello cioè di Photoshop. Gran bel problema perché Gimp non apre i file .psd in quadricromia. Tento ugualmente l’apertura e questo è il messaggio che mi dà Gimp:

Niente da fare: Gimp in questo caso non mi è d’aiuto. Ero pronto a inviare l’immagine in tipografia per farmi fare una conversione, ma siccome GNU/Linux mi ha abituato a pensare che una strada c’è sempre, non mi sono dato per vinto e qui vi riporto come ho risolto.

Leggi tutto “Convertire immagini CMYK di Photoshop in png RGB”

@font-face in Ubuntu block notes

Un breve resoconto di come utilizzo i font esterni nel mio blog tramite @font-face.

Da un po’ di tempo a questa parte dovreste vedere questo blog con i font di una famiglia precisa: il Droid. Gran bel font, senza dubbio, che uso anche come carattere standard nella mia linux-box. Dopo averlo provato sul blog senza includerlo negli stili del CSS, ho deciso di renderlo operativo per chiunque usi un browser moderno che legga correttamente la dichiarazione @font-face. In questo articolo condivido alcuni punti fondamentali per l’implementazione.

Leggi tutto “@font-face in Ubuntu block notes”

Karmic Koala: custodie, copertina, etichetta, poster

Karmic Koala è in arrivo e anche in occasione di questo rilascio regalo alla Comunità degli utenti un piccolo contributo. Come già avvenuto per altre versioni, trovate in questo articolo le custodie in cartoncino (da ritagliare e incollare) per conservare il CD, l’etichetta da stampare sul CD, il poster e la copertina per i case di plastica con la pellicola trasparente.
Leggi tutto “Karmic Koala: custodie, copertina, etichetta, poster”

La creazione delle colonne in CSS3

Una delle funzioni di CSS3 che può affascinare chi ama impaginare libri è la facilissima possibilità di impostare il testo in colonne. Ieri, dando uno sguardo a questo articolo, ho pensato di prenderne spunto e scriverne brevemente soprattutto per chi ancora non avesse visto in azione questa funzione.

Non tutte le caratteristiche della gestione delle colonne sono ancora implementate. Firefox 3.5 non comprende ancora lo spanning di un titolo su tutte le colonne.

Di seguito alcuni esempi, con il relativo stile utilizzato.

Leggi tutto “La creazione delle colonne in CSS3”

Promozione Ubuntu: Get them all

Ho preparato per Spread Ubuntu e per il Gruppo Promozione di Ubuntu Italia del materiale promozionale incentrandomi su tre aspetti del nostro amato Sistema Operativo: bellezza, sicurezza e potenza. Ne ho tratto un poster e uno splash screen:

prendi-tutto-a4

prendi-tutto

A questi due lavori hanno partecipato ampiamente i ragazzi del canale #promo in IRC: sono stati tutti prodighi di consigli e a loro va un grande merito! Di entrambi ho preparato anche la traduzione in inglese. Li trovate a questi indirizzi:

Buona promozione e se sapete destreggiarvi con Inkscape, Gimp & Co. (non bisogna essere guru di grafica, come vedete da quello che faccio io), allora datevi da fare! Considerate anche la soddisfazione che il vostro lavoro potrà essere tradotto e sarà disponibile a livello mondiale. :)

Spread Ubuntu: facciamo promozione insieme

Se siete innamorati di Linux e di Ubuntu, la migliore distro al mondo 1, siete sicuramente tra coloro che la promuovono, la diffondono in ogni angolo e che fanno nuovi felici utenti a destra e a manca. Sicuramente, nel vostro blog avrete utilizzato del materiale promozionale oppure vi sarà capitato magari di aver avuto bisogno di un volantino o di un manifesto già pronto per una qualche attività di promozione.

spreadubuntuSappiate che esiste Spread Ubuntu, il progetto che raccoglie in un unico posto i lavori della Comunità degli utenti di Ubuntu sparsi nel mondo, divisi per tipologia: poster, brochure, sticker, pulsanti, T-shirt e altro: tutto liberamente scaricabile, generalmente con licenza BY-SA. Ciò che mi ha positivamente impressionato è questa particolarità: ogni lavoro, di cui esistono sempre i sorgenti, può essere tradotto nella propria lingua, rinviato sul sito e collegato al lavoro originale. Straordinario!

Ho inviato quasi tutti i lavori che ho prodotto nel tempo: li trovate sotto diverse categorie.

Se, poi, siete bravi con Inkscape e Gimp e desiderate dare una mano a tradurre il materiale presente e a produrne di nuovo, non vi resta che unirvi al progetto Diffondi Ubuntu del gruppo Promozione del nostro LoCo Team. C’è tanto da fare: ma se si è in tanti il lavoro si alleggerisce!

Note

  1. Giudizio assolutamente di parte. :P

Jaunty Jackalope: cover, etichetta e poster

jaunty_cd_box

Jaunty Jackalope uscirà il 25 aprile prossimo, lo sapete già. E come l’anno scorso vi ho proposto di custodire il prezioso CD in una custodia tipo box rigido con una copertina (quelli per DVD per intenderci), anche quest’anno vi regalo questo piccolo lavoro. Il tutto è stato realizzato in Inkscape, utilizzando come base il materiale già realizzato e cambiando fondo e illustrazione principale. Lo splendido disegno del jackalope, invece, è di Saleel Velankar, cui va il mio grazie per averci concesso l’uso.

Assieme alla copertina, ho preparato anche il resto del materiale collegato, cioè l’etichetta per il CD e un poster: soprattutto il poster mi ha spinto a realizzare questo materiale in abbondante anticipo rispetto all’uscita di Jaunty per permettere a chi pubblicizza Ubuntu di poterlo stampare in tempo con calma e affiggerlo un po’ prima del rilascio. Penso a quei negozi di informatica che hanno a cuore il software libero, alle associazioni e ai LUG e, soprattutto, alle scuole.

Scaricate, stampate, archiviate, promuovete e condividete! :)
Leggi tutto “Jaunty Jackalope: cover, etichetta e poster”

Forzare la trasparenza di un .png in Internet Explorer 6

ie7-logoEro incerto se scrivere questo post. Incerto perché si deve invitare la gente a non usare Internet Explorer 6, invece di utilizzare questi hack per far visualizzare bene il nostro sito anche nelle vecchie versioni del browser di casa Microsoft. Se li utilizziamo è come dire loro: “continuate pure ad usarlo”. Ma può capitare che in un caso particolare sia necessario intervenire per modificare il comportamento di questo browser. A me è capitato e non avevo scelta. Dovevo intervenire e questo è quello che ho provato.

Dovevo usare per forza un’immagine png trasparente e la persona aveva IE6. Di installare Firefox non se ne parlava nemmeno. In sostanza, dovevo forzare Internet Explorer 6 a renderizzare correttamente il canale alpha (la trasparenza) di una immagine .png. Ecco le righe di codice che ho usato:

<div style="
  position: absolute;
  top: 0px;
  left: 0px;
  width: 200px;
  height: 100px;
  display:inline-block;
  filter:progid:DXImageTransform.Microsoft.AlphaImageLoader(src='http://www.mio-sito.it/percorso/alla/mia/immagine.png');">
  <img style="
  filter:progid:DXImageTransform.Microsoft.Alpha(opacity=0);"
  src="http://www.mio-sito.it/percorso/alla/mia/immagine.png"
  width="200" height="100" border="0" alt="" />
</div>

Chiaramente vanno personalizzati alcuni valori come position, width/height e src. Ecco una diapositiva di come viene renderizzato in XP con IE6:

Internet Explorer 6 renderizza correttamente la trasparenza di una immagine PNG dietro applicazione di un hack.
Internet Explorer 6 renderizza correttamente la trasparenza di una immagine PNG dietro applicazione di un hack.

Prima di chiudere una nota positiva. Ho dato un’occhiata alla pagina di Wikipedia in cui si parla di questo browser. Ho trovato una tabella sulla percentuale d’uso di IE ed ecco cosa ho visto:

La percentuale d'uso di Internet Explorer nei vari anni e versioni.
La percentuale d'uso di Internet Explorer nei vari anni e versioni.

Una soddisfazione! Dal 94,43% siamo giunti al 72,65%: ha ancora quasi i 3/4 del mercato, ma sono sicuro che Firefox e i browser open andranno sempre più avanti.

La fonte dell’hack è questa, dove trovate anche degli altri adattamenti del codice.