Nautilus: bug in Jaunty?

nautilusSin da quando ho aggiornato a Jaunty mi sono accorto di un comportamento strano di cui non riesco a trovare la causa e per questo mi appare come un bug. Niente di grave, solo un po’ di fastidio. Cerco di spiegarlo in poche parole.

Io sono un fanatico della home come desktop e dell’utilizzo delle cartelle in modalità spaziale. In queste due condizioni, che uso praticamente da sempre, Nautilus non sposta un elemento da una cartella, che sta sulla home, alla home (che ora fa da desktop) ma ne fa una copia. Vale a dire, se voglio spostare un file da una sottocartella della home verso la home stessa, questo file viene copiato e non spostato, come ci si aspetterebbe.

Il 20 aprile di quest’anno segnalai il bug su Launchpad e, dopo una breve discussione, fu chiesto di segnalarlo su Gnome. Oggi ho approfittato di un attimo per farlo e l’ho segnalato anche su Bugzilla. Prima di farlo, però, ho messo sottosopra la mia home per tentare di capire chi potesse generare questo strano comportamento: ho pensato anche a una errata impostazione nel file ~/.config/user-dirs.dirs, ma non sembrerebbe essere lì. Non trovando nulla e con tutti i dubbi del caso, ho aperto la segnalazione anche su Gnome.

Sarebbe davvero gradito se qualcuno volesse provare a riprodurre i pochissimi passi e farmi sapere cosa ottiene.

Condizioni per riprodurre il comportamento

Poche e semplici le condizioni per farlo. Potete provarlo su una macchina virtuale o su un altro PC oppure createvi un utente provvisorio. Ecco comunque i passi:

  1. Aprite gconf-editor e andate su Apps > Nautilus > Preferences e mettete il segno di spunta su desktop_is_home_dir (condizione n. 1).
  2. Aprite una cartella qualunque sulla scrivania e andate su Modifica > Preferenze e nella scheda Comportamento disabilitate la voce “Aprire sempre in finestre di esplorazione” (condizione n. 2).
  3. Uscite dalla sessione e riloggatevi.
  4. Aprite una cartella contenente dei file e cercate di spostarne uno sulla scrivania (che ora è la vostra home).
  5. Il file dovrebbe essere spostato invece che copiato.

Grazie a chiunque voglia segnalarmi i risultati ottenuti.

Note
Update. Un aggiornamento che io credo sia in qualche modo collegato a questo “bug”. Un’altra funzione che uso è quella del colorare lo sfondo di alcune cartelle. Mi sono accorto che, volendo cambiare il colore di una nuova cartella, non riesco a farlo più: il pattern o box colorato mi torna indietro. Se invece lo trascino sulla scrivania o su altri elementi, appare il “+” (ed in effetti se lo trascino sulla scrivania, questa si colora). Ho provato su un account di test e lo faccio come sempre. Idee dopo questo update?

Un importante fix di sicurezza per WordPress

WordPress, di suo, non chiede di eliminare il file di installazione wp-admin/install.php, come invece fanno gli altri CMS. Per ovviare a possibili problemi di sicurezza, ecco come fare per mettersi al sicuro.

Ho appena letto sul blog di Jeff Starr di una per nulla simpatica esperienza accadutagli in questi giorni, che lui racconta in Important Security Fix for WordPress. In breve, gli crasha il server e, collegandosi al suo indirizzo, anziché visualizzare la generica schermata di “Error establishing a database connection”, WordPress gli fa visualizzare la schermata di installazione di WordPress! Questo significa che chiunque in quel momento può reinstallare una copia di WordPress nel database. Nel caso di Jeff, 100 visitatori hanno visualizzato quella pagina e qualcuno ne ha anche approfittato.

In attesa di un fix definitivo, Jeff dà tre consigli diversi su come mettere una momentanea (ma efficace) pezza al problema. È sufficiente cancellare il file wp-admin/install.php, che non serve a nient’altro dopo che WordPress è stato installato. È la soluzione che ho adottato subito io, sebbene la terza sia molto intrigante (il server vi manda una mail se ci sono problemi col database). D’altra parte, altri software basati su PHP richiedono all’amministratore – prima di poter usare il pacchetto – di cancellare il file di installazione o l’intera directory di installazione.

Fatelo senza pensarci due volte. Meglio prevenire… e occhio a quale file cancellate! :) Se volete, potete optare per rinominarlo, ma dategli un nome che non sia facilmente indovinabile.

Errore in Evolution 2.26.x (Jaunty)

Attenzione alla “bella” notizia che riporto dal blog di Luca Ferretti: Evolution 2.26.0 e 2.26.1 non salva gli appuntamenti con orario specifico (non quelli che impegnano l’intera giornata); in più (e qui sta il grosso) non bisogna aprire gli appuntamenti che avete già programmato, pena la perdita degli stessi. Ulteriori informazioni sul suo blog.

Al momento in cui scrivo Luca ha proposto una patch (in realtà una nuova traduzione di Evolution) che risolverebbe il problema: a me continua comunque a non funzionare. Attendiamo novità.


[update] Il file della nuova traduzione non funzionava per via di un errore nel nome del file stesso (evolution-data-server-2.26.mo e non evolution-data-server-2-26.mo), che quindi non veniva utilizzato da Evolution. Sul wiki segnalato nel post di Luca ora il file è corretto. Come dire: “Scusate gli errori di stumpa!”. Thank you, guys! ;)

WP-ServerInfo 2.40

Se qualcuno di voi usa WP-ServerInfo 2.40 (appena aggiornato) con WordPress 2.7, si sarà probabilmente accorto che i link in Javascript per far visualizzare le sezioni dei report non funzionano.

In una chiacchierata Lester mi ha proposto di cambiare una riga. Nel file wp-serverinfo.php sostituire alla riga 48 la stringa

add_action('admin_head-dashboard_page_wp-serverinfo/wp-serverinfo', 'serverinfo_head');

con questa

add_action('admin_head', 'serverinfo_head');

E tutto torna a funzionare.

The Spaceman e il plugin Ajax Edit Comments

Mi è stato segnalato un problema del tema The Spaceman col plugin Ajax Edit Comments. In pratica, succede che solo gli admin del blog, leggendo i commenti ad un post, vedono l’area del primo commento estendersi finché finiscono le barre laterali.

In realtà non è un bug del tema, quanto una feature del plugin! :D Per estendere la compatibilità del plugin con i vari temi, l’autore ha inserito una particolare opzione. Questa opzione, però, non è compatibile col tema The Spaceman, per cui va disabilitata.

È sufficiente andare nelle opzioni del plugin (wp-admin/options-general.php?page=wp-ajax-edit-comments.php) e, nella sezione Styles, fare clic su Sì alla domanda: “Turn Off clearfix:after? The clearfix is enabled by default for maximum compatibility with themes.”

WP-DownloadManager 1.30: un piccolo bug

Se siete utilizzatori del plugin WP-DownloadManager per WordPress e avete aggiornato all’ultima versione stabile 1.30 (rilasciata da un paio di giorni), vi sarete accorti di un errore che si presenta quando modificate un file già inserito nella vostra lista dei download.

Ho segnalato il bug a Lester Chan, il quale prontamente (cosa normalissima in ambito open source!) mi ha suggerito la riga da correggere. Lester a breve rilascerà la versione con la correzione. Nel frattempo potete intervenire voi stessi nel file incriminato, sostituendo nel file wp-downloadmanager.php la riga 717

$file = preg_replace('/[^A-Za-z0-9._\/]/', '', $file);

con questa

$file = preg_replace('/[^A-Za-z0-9\-._\/]/', '', $file);

Grazie Lester! ;)

Gajim 0.11.2 e un bug di apertura

gajim_logo.png

Non so quanti di voi usino Gajim e quanti di voi si siano accorti di un bug nella versione 0.11.2, quella offerta nei repo di Ubuntu. Io ci sono appena incappato! :D
C’è un problema di configurazione tra il portachiavi di Gnome e Gajim: in pratica, Gajim non parte. Se eliminate la cartella di configurazione .gajim nella vostra home, Gajim parte e funziona, ma la prossima volta che lo farete partire non si avvierà. Il bug esiste ed è stato risolto nella versione 0.11.3. Questa versione la trovate nei repo ufficiali backport che dovete attivare se volete aggiornare Gajim. Nella mia box ho aggiornato solo questo pacchetto e non la marea di update che mi proponeva. Fatto l’aggiornamento ho tolto la spunta da questo repo.

Ora Gajim funziona nuovamente! :D
È già uscita, comunque, la versione 0.11.4 che risolve ulteriori bug… :/ ma nei nostri repo non si vede… Avete notizia dove trovare un deb della 0.11.4?

Evolution bug 140460: workaround semplice

evolution.pngSiete tra gli utilizzatori di Evolution? Sicuramente vi sarete accorti di un noiosissimo problema: se chiudete Evolution con la visualizzazione attiva della casella Inbox, al riavvio di Evolution vi apparirà un messaggio circa l’impossibilità di connettersi al POP3 del vostro mailserver. Al contrario, se lo chiudete senza che la Inbox sia selezionata, Evolution vi scaricherà correttamente le email.

Su Launchpad c’è un ticket aperto per questo noto bug. Benjamin Drung ha proposto oggi un semplice workaround per risolvere “a mano” questo problema.
In sostanza questi i passaggi:

  1. spostate tutti i messaggi e le sottocartelle che stanno nella vostra Inbox in un’altra cartella di Evolution
  2. chiudete Evolution e aprite la cartella ~/.evolution/mail/local/
  3. individuate tutti i file che iniziano con Inbox (nella mia cartella c’erano Inbox.cmeta, Inbox.ev-summary-meta, Inbox.ev-summary, Inbox.ibex.index.data, Inbox.ibex.index) e spostateli nel cestino
  4. riavviate Evolution: il bug è sparito
  5. rimettete a posto ora le email e le sottocartelle che avevate spostato dalla vostra Inbox.

Wordpress 2.3: Incoming Links errati?

Note
Post aggiornato il 17 ottobre 2007

Ho aggiornato quasi subito la mia installazione di WordPress alla versione 2.3. Mi sono accorto che la sezione “Incoming Links” della dashboard – che dovrebbe riportare i collegamenti da altri blog verso il proprio – non funziona a dovere:

In pratica riporta i miei stessi articoli. Sembra un bug. Ho guardato il file index-extra.php nella directory wp-admin ed in effetti il collegamento non porta più a Technorati ma a Blogsearch di Google e in un modo errato.

Ne sapete di più?

Aggiornamento.
Per riavere i link in entrata da Technorati installatevi questo plugin: nella vostra Dashboard (la Bacheca), in basso, vi appariranno i link che cercavate.
Grazie a Levysoft per la segnalazione.