La protesta dei blogger

sciopero-bloggerQuesto blog aderisce alla protesta contro la “legge-bavaglio”, ma non condivide¹, pur rispettandola, la scelta del silenzio.

La libertà di parola e di informazione è la misura della libertà di un Paese.

«Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.
La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.»²

[1] Non capisce, poi, la scelta di restare in silenzio per un giorno quando si usa il simbolo del megafono e lo slogan “Questo blog alza la voce contro…”: gli sembra una contraddizione in termini.
[2] Costituzione della Repubblica Italiana, art. 21.