Gparted rocks (co-starring Dire Straits)

Mentre avevo i Dire Straits a distrarmi durante l’operazione col loro album Love Over Gold, oggi ho ridimensionato le partizioni del mio laptop su cui per cause di forza maggiore devo tenere anche sVista. La mia home cominciava a starmi stretta e dovevo darle un po’ di aria. Confortato dalla mia precedente esperienza, mi sono deciso a fare questa operazione di spostamento e ridimensionamento, ma a una condizione: non m’andava di fare il backup! Sbagliato, lo so, ma confidavo pienamente nella potenza del mio sistema Linux.

Tutta l’operazione è durata un’ora e mezza esatta: ridimensionamento della partizione Documenti di Windows; spostamento della partizione di sistema di Linux e spostamento con ridimensionamento della partizione home. In tutto questo Gparted non ha fatto una grinza e, come scrissi a suo tempo, “si è mostrato solido come la roccia”.

Se avete necessità di rivedere le vostre partizioni, confidate in Gparted: infilate il CD e partite. Previo backup, comunque! :D