Tradurre il blog in un’altra lingua

Come rendere disponibile il proprio sito in tante altre lingue con un semplice clic per il visitatore.

Se volessimo rendere multilingua il nostro blog, potremmo installare uno dei diversi plugin disponibili per WordPress: ne cito solo due, WPML Multilingual CMS e qTranslate, tramite i quali possiamo tradurre manualmente il testo, tenendolo sotto controllo. Ma per chi non vuole intraprendere la fatica del compito di traduzione o non ha il tempo per farlo, si può delegare Google a questo compito. Non sarà una traduzione perfetta, ma almeno chi non parla l’italiano comprenderà in buona parte cosa ci sia scritto. Se lo si vuole si può implementare la soluzione così come Google la propone, ma si può scegliere anche un modo diverso, che io ho implementato in Ubuntu block notes.

La cosa interessante, secondo me, è fornire l’indirizzo che si sta visualizzando e non semplicemente l’URL del nostro blog: in quest’ultimo caso, infatti, il lettore dovrebbe andare a ripescarsi l’articolo cercandolo tra gli altri. Con un po’ di attenzione possiamo fornirgli sempre l’indirizzo corretto che lui stava visualizzando nel momento in cui ha premuto il pulsante di traduzione.

Leggi tutto “Tradurre il blog in un’altra lingua”

Subscribe to comments in italiano

La traduzione in italiano del plugin Subscribe to comments, compresa una modifica al plugin per prelevarla.

Tra i molteplici progetti di traduzione cominciati e mai finiti c’era nel mio archivio anche il plugin per WordPress Subscribe to comments: ho ultimato le quattro stringhe rimaste, ho dato una revisione generale e le condivido con voi. Peccato solo che questo plugin abbia bisogno di una bella rinfrescata.

Nel pacchetto trovate i due file di localizzazione (per la verità vi serve solo il .mo) e anche una versione leggermente modificata del plugin, altrimenti non ve la preleva 1. Ovvio che, se l’autore dovesse aggiornare il plugin, perdete la modifica; ma siccome è dal 2007 che non lo fa… Quindi: copiate nella directory del plugin il file .mo e quello .php, sostituendo quest’ultimo a quello che trovate.

Nel frattempo vediamo se Mark mi risponde.

[download id=”111″]

Note

  1. Non preleva il file di localizzazione perché la linea originale carica solo il dominio di traduzione — load_plugin_textdomain('subscribe-to-comments') — e non anche il file, che quindi andrebbe così: load_plugin_textdomain('subscribe-to-comments', false, dirname(plugin_basename(__FILE__)));.

Rendere traducibile un tema di WordPress

Abbiamo realizzato un tema per WordPress e vogliamo condividerlo col mondo intero? Ecco come renderlo traducibile in ogni lingua.

Rendere traducibile un tema di WordPress era una delle operazioni che ancora mancava al mio scarno bagaglio di conoscenze su questo meraviglioso e semplice CMS. Per questo motivo non ho mai inviato alla directory dei temi di WordPress nessuno dei lavori che ho realizzato. Eppure, una volta appresi i principi base che regolano l’internazionalizzazione di un tema, si rivela facile e richiede tutto sommato poco tempo, localizzazione compresa. In questo articolo vedremo, passo passo, come consentire la localizzazione in ogni lingua, partendo ovviamente dal fatto che il tema abbia come lingua base l’inglese, cioè lo standard sul web.

Un articolo sull’argomento è stato pubblicato su Cats Who Code, anche se necessita di qualche approfondimento, specie dal lato della creazione del modello per le traduzioni (il file .pot).

Leggi tutto “Rendere traducibile un tema di WordPress”

dotSub e la sottotitolazione

Ecco come in poco tempo si può sottotitolare un video con il servizio dotSub. Quelli che vi propongo sono il bellissimo discorso di Barack Obama dopo la sua elezione a Presidente degli Stati Uniti e uno sulla potenza della licenza Creative Commons. Dalle opzioni del video si può scegliere quali sottotitoli vedere tra quelli già realizzati o parzialmente realizzati¹ e cambiarli anche durante la visione del filmato. Molto interessante per chi sta imparando una nuova lingua.

Il discorso di Barack Obama dopo la sua elezione a Presidente degli Stati Uniti d’America (Chicago, 4 novembre 2008)

Una cultura condivisa

La traduzione, effettuabile solo dopo essersi autenticati, è estremamente facilitata perché si traduce riga per riga, proprio come si fa su Launchpad. Ecco uno screenshot:

interfaccia-dotsub

¹ La traduzione italiana del video di Obama l’ho realizzata io. :)

Il vostro sito WordPress è stato violato?

Questo articolo è stato scritto da Donncha O Caoimh proprio ieri, 8 giugno 2008. Mi è parso di assoluto interesse e vi propongo, dietro il permesso personale dell’autore, una mia traduzione.

La traduzione è rilasciata sotto licenza Creative Commons BY-ND, Attribuzione – Non opere derivate. Le note a pie’ di pagina sono mie, così come pure il testo tra parentesi quadre. Se ripubblicate il testo, dovete includere anche il blocco di testo che precede l’articolo di Donncha. Le note a pie’ di pagina possono essere omesse.
Leggi tutto “Il vostro sito WordPress è stato violato?”

Traduzione italiana di WP-DownloadManager completata

Completata anche questa traduzione. Il plugin, come si intuisce dal titolo, vi consente dal pannello di controllo di WordPress di gestire i file diponibili per il download dal vostro blog e inoltre vi genera un rapporto delle operazioni effettuate. Molto semplice da gestire, lo consiglio se mettete a disposizione dei vostri lettori dei file da scaricare.

[download id=”25″]