La tavoletta Wacom e Gimp

Se Gimp non riconosce correttamente gli strumenti dello stilo della vostra Wacom come la pressione e la gomma, quest’articolo spiega in modo semplice come farglieli riconoscere senza alcuna difficoltà.

gimp-bigPer eseguire oggi un piccolo lavoro su Gimp ho pensato di utilizzare la mia tavoletta Wacom 9×12, che non usavo da un bel po’. Attaccato il dispositivo, Jaunty l’ha immediatamente riconosciuta e su Nautilus funzionano correttamente tutte le parti dello stilo, compresi i pulsanti laterali (che eseguono il clic destro e il doppio clic). In Gimp, invece, non mi funzionano nel modo corretto l’eraser (cioè la “gomma”, il pulsante in cima allo stilo) e la pressione: la gomma funziona come un normale pennello, mentre della pressione neanche l’ombra. o.O

wacom_pen.pngSmanettando, però, con le preferenze di Gimp sono riuscito ad attivare anche queste funzioni.
Leggi tutto “La tavoletta Wacom e Gimp”

Passaggio ad Hardy Heron

Una settimana prima che uscisse Hardy Heron, mi ero deciso ad effettuare il passaggio: ormai la versione era stata definita e la ISO che si scaricava era considerata già stabile. Per la prima volta mi ero deciso ad effettuare il passaggio senza formattare, ma aggiornando la versione attuale (Gutsy). Tutto andò liscio e senza alcun intoppo. Ma durante l’utilizzo (nel giro di pochissime ore) succedeva più volte che l’interfaccia grafica si congelasse e non rispondesse ai comandi. Neanche un Ctrl+Alt+Backspace o un Ctrl+Alt+F2 sortiva alcun effetto: il sistema era completamente bloccato, e questo per almeno 5-6 volte. Decisamente troppo in così poco tempo. Tant’è che mi decisi di ripristinare l’ottima Gutsy.

Avendo oggi mezza giornata libera, ho pensato di ritentare l’aggiornamento, ma stavolta formattando (gh!). Come sempre in meno di 20 minuti ho il sistema pronto a funzionare. Di blocchi dell’interfaccia neanche uno: e spero che continui così. :)

Ho riscontrato però alcuni aspetti che hanno richiesto un intervento manuale da parte mia e che qui elenco per mio promemoria e per utilità altrui.

Xorg.conf

Come faccio ogni volta che aggiorno, vado a controllarmi tre file: /etc/X11/xorg.conf, /etc/fstab e /etc/apt/sources.list. Apro il primo file e lo trovo inspiegabilmente generico: cioè non trovo tutte le impostazioni che la mia Ubuntu ha sempre rilevato (monitor, scheda video, tavoletta grafica, mouse), ma appunto leggo solo impostazioni generiche. Tant’è che la mia tavoletta, ad esempio, non funziona. Neanche un dpkg-reconfigure mi consente di sistemare decentemente il file.

Decido così di usare l’xorg.conf che usavo in Gutsy: ho fatto un attento copia e incolla dal vecchio file al nuovo e riavvio il sistema. Perfetto! Tutto torna a funzionare, compresa la mia Wacom Intuos2 9×12.

Installo quindi i driver Ati fglrx prelevati dal sito Ati e anche questi si installano senza alcun problema.

Tastierino numerico

Altro fastidiosissimo problema: non funziona il tastierino numerico! o.O Eppure il led della tastiera è acceso!
Dopo aver provato a verificare il modello della tastiera e aver provato a installare il pacchetto numlockx dandogli poi da terminale numlockx on (che non sortiva alcun effetto), provo a guardare con più attenzione in Sistema / Preferenze / Tastiera e mi accorgo che c’è una scheda Mouse da tastiera (ma prima c’era?): disabilito “Consente di controllare…” e… cavolo! funziona! :D

Risolti questi piccoli problemi, rimane quello dei blocchi dello schermo. Non so dirvi se questi dipendevano da Hardy o da Compiz o da altro. Il sistema adesso è acceso da qualche ora e non ho ancora avuto alcun blocco.

Hardy, mi raccomando,: comportati bene! :D

Photo courtesy: rusty one, Great Blue Heron, CC by-nc-nd.

Gutsy, tavoletta Wacom e scheda SoundBlaster Audigy

Anche con Gutsy, così come per le precedenti versioni di Ubuntu, tutto l’hardware funziona a meraviglia. Anche se con qualche piccola aggiustatina. In particolare, sono dovuto intervenire per il funzionamento della tavoletta Wacom e, come per Feisty, della scheda SounBlaster Audigy. Ecco cosa ho fatto.

Anche con Gutsy, così come per le precedenti versioni di Ubuntu, tutto l’hardware¹ funziona a meraviglia. Anche se con qualche piccola aggiustatina.

Tavoletta Wacom

Subito dopo aver installato Gutsy (o upgradato da una versione precedente) la vostra fidata tavoletta non funziona certamente. Il motivo è presto detto.
Aprite col vostro editor di testo il file /etc/X11/xorg.conf e decommentate (togliendo cioè il simbolo #) soltanto le seguenti righe che si trovano alla fine del file:

InputDevice     "stylus"	"SendCoreEvents"
InputDevice     "cursor"	"SendCoreEvents"
InputDevice     "eraser"	"SendCoreEvents"

Riavviate e vedrete come funzionerà bene la vostra tavoletta! :)

Scheda SoundBlaster

Come avevo scritto quando uscì Feisty, anche su Gutsy c’è una opzione selezionata in modo predefinito che non fa udire alcun suono non appena si installa Gutsy.
Per risolverlo basta leggere quanto scrissi allora. Già che ci siete, attivate anche nelle preferenze dell’applicazione il controllo “Tone” e attivatelo: vedrete che suono diverso!

¹ Esclusa la mia Ati Radeon All-In-Wonder 9800SE relativamente al tuner TV.

Feisty e la tavoletta Wacom

wacom_pen.png

Tra le altre novità piacevoli di Feisty è che la mia splendida tavoletta Wacom Intuos2 9×12 funziona finalmente a meraviglia! :D

Nelle precedenti versioni di Ubuntu (e comunque con altre distro) la tavoletta funzionava decisamente male: perdeva la relazione punto a punto rispetto al monitor; per ovviare, dovevo far uscire lo stilo dalla tavoletta e rientrarvi, e questo in continuazione. Cosa che mi faceva desistere dall’uso della Wacom sotto Linux. Ma finalmente il driver funziona a dovere. Grazie! ;)