Perché le smart card sono smart

Qualche giorno fa Linux Journal ha pubblicato un articolo dal titolo Why Smart Cards Are Smart. La brevissima introduzione dice così:

If you use GPG keys, learn about the benefits to storing them on a smart card.

Kyle Rankin, Why Smart Cards Are Smart.

Questo articolo può fungere da introduzione alla mia guida Generazione sicura di chiavi OpenPGP, che scrissi più di un anno fa e che pubblicai su GitHub.

Unico appunto al titolo della mia guida: forse oggi la intitolerei Generazione (quasi) sicura di chiavi OpenPGP, per mantenere un po’ di prudenza.

Tagliare e unire file video in Linux

In questi giorni ho dovuto mettere mano a una serie di video personali dove dovevo prenderne alcune parti e poi rimetterle insieme. In Linux abbiamo tutti gli strumenti che ci servono per fare questa operazione di taglio e cucito. Con poco lavoro avremo il file finale come ci serve e senza perdere qualità rispetto all’originale, perché l’operazione non richiede ricodifica.

Leggi tutto “Tagliare e unire file video in Linux”

Cambiare le password in pass

Il programma pass, di cui ho scritto qualche articolo fa, non ha un metodo comodo per aggiornare le password. L’unico modo è:

pass edit directory/account

ma ci troviamo direttamente nell’editor di testo dove possiamo modificare soltanto a mano la password. In questi casi, io ho sempre aperto un altro terminale dove generavo la password con pwgen che poi copiavo e incollavo a mano nell’altro terminale.

Leggi tutto “Cambiare le password in pass”

WordPress 5, SyntaxHighlighter Evolved e il carattere «&»

C’è attualmente un problema, confermato da Alex Mills, a.k.a. @viper007bond, circa il corretto escaping del carattere & in WordPress. Trovate la mia discussione con Alex nel forum di WordPress.

Dalle mie prove sembrerebbe che il problema si presenti solo nei pezzi di codice pubblicati in un post usando il plugin SyntaxHighlighter Evolved. Ad esempio:

Qui ho usato il blocco standard di WordPress per il codice e il carattere è correttamente mostrato.

Qui, invece, usando il blocco del plugin SyntaxHighlighter Evolved, no.

Alex ha aperto un ticket su Github in quanto dipenderebbe da WordPress.

Facciamo il punto sul mio plugin “Posts in Sidebar”

L’ultima volta che ho scritto di Posts in Sidebar è stato il 2 giugno 2013 e, da allora, sono stati fatti tanti rilasci di questo mio plugin. Tante ore spese a scrivere codice, fare debug e dare assistenza nel forum. Nato da un’esigenza puramente personale, il plugin venne pubblicato perché era giusto consentire ad altri di poterne trarre qualche vantaggio e, a quanto pare, viene usato da un po’ di utenti.

Leggi tutto “Facciamo il punto sul mio plugin “Posts in Sidebar””

WordPress e l’attributo rel del tag HTML link

Mentre stavo leggendo quali sono i meta tag HTML considerati da Google nell’indicizzazione delle pagine, mi sono imbattuto nell’articolo correlato Indicare a Google i contenuti suddivisi in più pagine. Siccome ho qualche articolo suddiviso in più pagine, come questo, ho voluto verificare se e come sono inseriti questi tag nel codice.

E ho notato qualcosa di strano.

Leggi tutto “WordPress e l’attributo rel del tag HTML link”

Il password manager di Linux: Pass

È inutile che vi dica quanto sia fondamentale oggi l’uso di un password manager: considerando tutti gli account che abbiamo in giro e il fatto che dobbiamo avere una password diversa per ognuno di essi, è assolutamente fondamentale avere uno strumento che ce le ricordi.

Il mio primo password manager è stato fino ad alcuni anni fa KeePass. A seguire ho usato per lungo tempo LastPass, con cui mi sono trovato bene, soprattutto per la comodità con cui mi inseriva automaticamente le credenziali. Ma LastPass mi lasciava sempre con un timore di fondo, latente, ma che avvertivo: le proprie password non si danno a nessuno.

Leggi tutto “Il password manager di Linux: Pass”

Il plugin “Health Check & Troubleshooting”

Una delle prime cose da fare quando si deve risolvere un problema in WordPress è quella di disabilitare tutti i plugin e di attivare uno dei temi di default, perché spesso il problema è proprio uno dei plugin oppure il tema in uso. Potrebbe anche essere un problema non di un plugin in se stesso o del tema in uso, ma di un’incompatibilità fra un plugin e un altro o di un plugin con quel tema specifico in uso. Bisogna quindi riportare WordPress a una situazione quanto più pulita possibile e vedere se il problema si ripresenta.

Una volta ripristinata una situazione “pulita”, si procede col riattivare manualmente uno dei plugin e vedere se il problema si ripresenta. Se il problema non si manifesta, si procede con la riattivazione di un altro plugin e col successivo controllo, e così via fino alla riattivazione di tutti i plugin e infine del tema stesso: di solito, con questo sistema, si riesce a trovare chi sta causando il problema.

Tutto questo comporta che il sito, durante la fase di debugging, si troverà ad essere pubblicato senza il solito tema e senza i plugin di supporto. Per questo motivo, di solito, questa fase di ricerca del problema va fatta mettendo il sito in modalità manutenzione, tenendo quindi fuori gli utenti.

Leggi tutto “Il plugin “Health Check & Troubleshooting””