SpiderOak, backup online di alta qualità

SpiderOak, per chi non lo conoscesse, è un servizio per il backup istantaneo dei propri file su un server esterno, lontano dal proprio PC. Funziona, per così dire, un po’ come Dropbox, ma ha caratteristiche decisamente importanti che lo differenziano di molto rispetto al proprio concorrente più conosciuto.

Cosa fa

SpiderOak permette il backup dei propri file sul web. Se si sfascia il computer su cui lavorate, i file di cui avete fatto il backup su SpiderOak sono salvi. Diversamente da Dropbox, potete scegliere voi quali cartelle del vostro disco volete tenere al sicuro1. Non solo: in SpiderOak ogni computer collegato al vostro account verrà identificato univocamente e non è richiesto che i file che stanno su uno debbano stare anche sugli altri.

Vi consente di sincronizzare i file che volete con tutti computer che avete. A differenza di Dropbox dove si sincronizza una cartella e tutto il suo contenuto su tutti i computer collegati all’account oppure di parte di quella cartella, qui potete creare dei punti di sincronizzazione, ad esempio la propria cartella di musica.

Vi consente di condividere i file che volete con chi volete. Anche in questo caso si creano dei punti di condivisione.

SpiderOak effettua il versioning dei vostri file: potete cioè risalire alle versioni precedenti di un determinato file. Il sistema, inoltre, non fa il backup dell’intero file, ma solo delle parti modificate, risparmiando quindi sullo spazio occupato.

Come lo fa

Questo mi sembra il punto fondamentale che fa la differenza rispetto a Dropbox. Mentre in quest’ultimo i file vengono cifrati solo durante il loro trasferimento verso i suoi server, in SpiderOak i file vengono cifrati prima del loro trasferimento e rimangono in questo stato anche sui suoi server. Neanche i tecnici di SpiderOak hanno accesso ai file in chiaro. In aggiunta, questi tecnici non possono vedere nemmeno i nomi dei file, ma una serie senza senso di caratteri. Vera privacy, insomma. È evidente che questa privacy dipende dalla propria password, che è necessario scegliere con cura e non perdere. Per intenderci, i file sul vostro computer sono in chiaro e, al momento del trasferimento, vengono cifrati e inviati, ma rimangono in chiaro sul PC di partenza.

Su Dropbox, invece, i file sono in chiaro per i tecnici sui suoi server. Per questo motivo si ricorre spesso all’ottimo TrueCrypt per conservare i file al sicuro su quei server. Con SpiderOak, invece, TrueCrypt è superfluo se utilizzato per questo fine.

Quanto spazio fornisce

Se vi registrate senza alcun referrer (cioè una persona che vi presenti), vi danno 2 gigabyte. Se al contrario usate il link di un referrer, lo spazio immediato sarà di 2 gigabyte + 1 gigabyte extra. Il gigabyte extra sarà regalato anche al referrer.

Lo spazio aggiuntivo gratuito può crescere fino a 50 gigabyte, 1 gigabyte per ogni persona presentata. Su Dropbox, invece, si parte da 2 gigabyte + 250 megabyte aggiuntivi per ogni amico, fino a un massimo di 10 gigabyte gratis.

Costi

Assolutamente gratuito il tutto e a vita, compresi i 50 gigabyte che potete raccogliere presentando altre persone. Si paga solo se si decide di acquistare spazio extra e il prezzo è proprio la metà rispetto a Dropbox.

OK, mi registro

Se vi sembra interessante, fate clic su questo link:
https://spideroak.com/download/referral/9f0d8eda0eea0124a92395adb56e0529
e, come già detto, vi saranno dati 2 gigabyte + 1 aggiuntivo.

Buon backup!


  1. In realtà, anche su Dropbox è possibile aggiungere cartelle e file diversi, ma lo si fa creando un link al file originale. ↩︎

aldolat

Il blocco note di Aldo.


SpiderOak, un servizio di backup online, sincronizzazione e condivisione: semplice da usare e soprattutto veramente sicuro.